Sei Qui: Home > Itinerari > San Paolo in Alpe

La Scarpinata Selvaggia: San Paolo in Alpe

Questa volta la nostra voglia di esplorare gli angoli più suggestivi delle nostre foreste, ci ha portato n uno dei luoghi magici del Parco Nazionale delle foreste Casentinesi: San Paolo in Alpe.
Situato sul versante romagnolo è molto facile da raggiungere. Oltrepassato Stia, ovviamente con l’automobile, bisogna continuare per il passo della Calla. Qua proseguiamo in direzione Campigna - Corniolo. A circa 2 km dal Corniolo sulla dx troviamo un bivio per San Francesco. Proseguiamo per circa 4 km sulla strada sterrata fino a Casa Fiumari. Qua lasciamo la macchina e iniziamo a piedi una lenta risalita sul sentiero 255.
Da subito è impossibile non notare la maestosità delle foreste circostanti e le ripidissime pendenze che caratterizzano il comprensorio di Sasso Fratino.
Dopo circa 1,5 h di cammino in cui percorreremo un notevole dislivello, attraversando tipologie di bosco che variano con l’altitudine e tra
ruderi, testimoni di arcaici insediamenti umani, giungiamo al piccolissimo cimitero di San Paolo. Ancora pochi metri e finalmente raggiungeremo la nostra destinazione.

Una bellissima chiesa ed una grande stalla ormai sull’orlo del crollo, testimoniano ulteriormente quanto forte era la presenza dell’uomo
in questo angolo selvaggio.
Qui, ammireremo panorami mozzafiato prendendo contezza di quanta rara fortuna abbiamo, ancora oggi, nell’avere “un polmone verde
dietro casa”. A questo punto, ripartiremo lungo il sentiero 257 poi 283 da cui, dopo una lunga discesa di circa 1,5h, chiuderemo il nostro
percorso ad anello, ritornando a Casa Fiumari.


SASSO FRATINO, GIOIELLO DI BIODIVERSITÀ

Sasso Fratino (circa 800 ha) è la prima riserva integrale dello Stato (’59) in gestione al CFS di Pratovecchio (Utb) e sicuramente la porzione di foresta più preziosa d’Italia (riconosciuta col diploma europeo delle aree protette).
Grazie alle sue estreme pendenze, per secoli è sopravvissuta ai disboscamenti incontrollati ed al suo interno molti angoli sono considerati
gli ultimi nuclei di foresta “vergine” d’Europa. Tutto ciò è dimostrato dall’esplosione di biodiversità che troviamo al suo interno. Maestose
foreste vetuste di abete, faggio, olmo, carpino, frassino... Innumerevoli specie animali e vegetali rare ed alcune scoperte proprio a Sasso
Fratino.
L’accesso alla riserva integrale è assolutamente vietato se non per fini di studio autorizzati dal CFS.
Questa è la terra del lupo, dell’aquila reale e dell’imponente cervo, un luogo che sebbene venga voglia di visitare, bisogna esser felici di
sapere che esiste. Sasso Fratino c’è, è dietro Camaldoli.

 

Scarpinata selvaggia a San Paolo in Alpe

Scarpinata selvaggia a San Paolo in Alpe

Creato il: 20-03-2014 21:03:27

Realizzazione siti web ActiveSite.it Cookies