Sei Qui: Home > Scatti

SCATTI NATURALI IN CASENTINO - TOSCANA

"Un Fosso...Giaganti & Gnomi" di Vasco Innocenti

Un Fosso… Giganti & Gnomi. Stavo risalendo il fosso della Vincena, sotto Castel Castagnaio, tra profumi autunnali di foglie e muschi, finché mi sono ritrovato immerso in un ambiente fatato, bellissimo e irreale, che ho voluto fermare in questo scatto incredibile: enormi sassi messi lì da Giganti per fare una cascata; solo un tronco per far da ponte per la tribù di Gnomi!


 

"Quando il vento modella la neve" di Antonio Cipriani

Quando il vento modella la neve. Quel giorno al passo della Calla il vento aveva modellato la neve sulle piante e sotto di esse il sole creava giochi di luce fantastici. La foresta era diventata un ricamo della natura e quel silenzio ovattato mi faceva sentire veramente fuori dal mondo.


 

"Acqua. Vita o morte" di Graziano Tortelli

Acqua. Vita o morte. Durante le mie passeggiate mattutine in riva all’ Arno, ho visto questa striscia di sabbia dove l acqua era stata prosciugata dal sole e sono rimasto colpito. Mi sono tornate alla mente le immagini trasmesse dai TG sulla siccità in Africa. In quel pezzo di terra inaridita ho visto tutto il dramma della carenza di acqua nel mondo, con tutto quel che ne consegue...


 

"Volpe assonnata" di Marco Tola Vitellozzi

Volpe assonnata. In una mattina come tante, durante un appostamento, una volpe che forse veniva da una nottata di caccia, si avvicina, anche troppo!
All’ improvviso decide che quello è buon punto per un riposino, si sdraia, alcuni sbadigli mentre io scatto… ed ecco il momento magico!


 

"Non esiste un altro Casentino" di David Butali

non esiste altro casentino

La magia della natura risaltava i bruni colori sulle boscose cime delle terre emerse. Un immenso mare di nebbia avvolgeva la valle e io ero aquila. Mi soffermai nel pendio del crinale sentendomi parte del tutto... fui lupo... poi cervo... poi scoiattolo... poi... uomo nel suo equilibrio esistenziale. Valter Ceccherini


 

"Luna Rossa" di Roberto Babbini

luna rossa

Luna Rossa. È un evento che gli astrofili aspettano con trepidazione ogni quattro anni, sperando nel cielo terso.
Il 15 giugno dopo le 21, sono su una collina vicino a Banzena. L’eclissi è già in atto da un ora e mezza, quando la Luna inizia ad essere visibile da dietro il monte della Verna.
Ed ecco, sta per arrivare l’attimo che vorrei cogliere! L’emozione è grande, “Lei”, già bellissima e splendente di bianco e grigio, ora è rossa, più affascinante che mai!
Felice, rubo questi attimi...


 

"Arancio farfalla" di Andrea Marri

arancio farfalla

Arancio Farfalla. Ore 5 del mattino, in un prato tante Licenidi ed una fantastica Melitaea di un arancio abbagliante. Lei, immobile!
I raggi del sole portano luce e calore. Le Licenidi si mettono spalle al sole e ad ali aperte per asciugarsi dalla rugiada.
La Melitaea, la più bella, volerà via? … sono in attesa. Si muove… un colpo d’ali e via, oppure… Si gira piano e piano apre le ali, per spiccare il volo oppure… ecco è ferma! Mi fissa con occhi giganti! Con l’occhio nel mirino scopro, come ogni volta, che esiste un mondo fantastico di creature meravigliose dai colori straordinari.


 

"Cuccioli curiosi" di Marco Tola Vitellozzi

cuccioli curiosi

Cuccioli curiosi. Al rientro da un escursione, di sera, vedo in una pineta un branco di cinghiali a passeggio.
Sono nell’ombra, non posso “scattare”… mi nascondo, nella speranza che qualcuno si diriga nell’ unico punto in cui filtra un raggio di sole, l’unico!.
Ed eccoli.....proprio due piccoli si avvicinano al riflettore come star, con fare curioso; l’emozione si fa forte. Si avvicinano, fino alla luce, aspetto la loro posizione migliore. In quell’attimo la madre decide che i cuccioli hanno azzardato troppo, e con un richiamo, mentre scatto, li fa ritornare di corsa nel gruppetto.


 

"Daini... in coppia" di Flavio Massetti

 daini in casentino

Lo sguardo dei daini. Passando per la via che porta a Camaldoli, mi sono imbattuto in un branco di daini.
Due di loro erano fermi, sembravano in posa.
La loro tranquillità in un primo momento mi ha sorpreso, non poteva essere altrimenti, così immersi nel silenzio e nella pace che questa foresta ci dona.
Mi sono avvicinato senza infastidire, diventando parte di quella quiete. Sono rimasto un po’ a guardarli, incantato, poi mi sono allontanato scomparendo nell’oscurità, portando con me la loro immagine…


 

"La Storia si ripete" di Andrea Castellucci

 

castello poppi casentino
Castello di Poppi e dintorni. Un timido sole ed un morbido velo di nebbia, che si appoggia sulla nostra valle, hanno il sapore di un tempo immobile.
In un mondo che si affanna in un moto perpetuo il nostro Casentino così com’è non sarà unico, ma meravigliosamente sereno si! Tornare a casa é sempre bello, in special modo per chi, come me, torna da viaggi di diversi giorni dopo aver fatto migliaia di chilometri con aerei e treni.
Tornare a casa vedendo questo spettacolo è davvero emozionante, ed allora ho avuto la sensazione di provare gli stessi sentimenti che un cavaliere errante, di mille anni fa, dopo tante avventure, avrà provato tornando finalmente nel suo Casentino. (Andrea Castellucci)


 

"Toccando il cielo con un dito" di Simone Martini

Poggio Scali: “Touching the Sky with a Finger!”.... Il 28 dicembre, dopo una ciaspolata con gli amici iniziata dall’Eremo di Camaldoli, è questo che abbiamo visto lassù verso le 11.
Il cielo sembrava vicinissimo, tanto da poterlo toccare quasi con un dito. Non ricordavo più la bellezza di quel luogo, dato che c’ero stato solo da bambino.
La mia emozione è stata tanta. Ho goduto, insaziabile, nel vedere quel panorama e nel percepire quella pace!
C’èra un bellissimo contrasto tra il bianco degli alberi innevati ed il colore azzurro di una fetta di cielo sereno e, ancora, con il bianco delle nuvole!


 

 

Realizzazione siti web ActiveSite.it Cookies