Sei Qui: Home > Statuto

Statuto dell’Associazione Casentino Selvaggio

 

Articolo 1 - Denominazione e durata

É costituita, con durata illimitata una libera associazione senza scopo di lucro, denominata Casentino Selvaggio con sede legale in Via G. Bocci, 37 loc. Soci - Bibbiena (Ar)

                           

Articolo 2 - Obiettivi :

2.1 Lo Scopo dell’associazione è promuovere e far conoscere la valle del CASENTINO nel mondo, coinvolgendo le persone residenti e non nella valle stessa, attraverso escursioni, fotografie, filmati, pubblicazioni cartacee e/o audiovisive, internet e nello specifico Facebook, mostre fotografiche, convegni, cene, intrattenimenti musicali e culturali ed ogni altra forma lecita utile al raggiungimento degli scopi predetti senza limitazioni.

2.2 L’associazione può ricevere: sovvenzioni, patrocini, doni di ogni tipo. Può organizzare e/o partecipare a mostre, fiere, mercati ed ogni altro evento senza limitazioni a pagamento o non,  nello scopo indicato all’articolo 2.1

 

Articolo 3 - Funzionamento

3.1 Gli organi dell’associazione sono: a) L’ASSEMBLEA DEI SOCI e b) IL CONSIGLIO DIRETTIVO.

3.2 I soci assumono le seguenti qualifiche :

Soci fondatori: sono i soci costituenti.  Soci ordinari: sono i soci che tramite una domanda manifestano la loro volontà di cooperare con l’associazione.  Soci onorari: sono personalità nel campo della cultura, delle arti e delle professioni che, per le loro particolarità e/o benemerenze, sono designati dal Consiglio a far parte dell’associazione.

3.3 Per essere ammessi a socio, si deve presentare regolare domanda in carta semplice su apposito modello, riportante le generalità ed il codice fiscale dell’aspirante socio, nonché copia fotostatica di un documento di identità e il versamento della relativa quota sociale.

3.4 È diritto dell’aspirante socio ricevere la tessera sociale, é compito del CONSIGLIO DIRETTIVO ratificare l’ammissione della domanda entro 30 gg e fornire la tessera stessa.

3.5 Ogni socio ha diritto di partecipazione alle assemblee dell’associazione con diritto di voto, purché in regola con il pagamento della quota associativa annuale.

3.6 Il CONSIGLIO DIRETTIVO può decidere, a maggioranza assoluta (metà + 1), di espellere o radiare dall’associazione quei soci che per comportamenti contrari agli scopi dell’associazione, non rispettando il presente statuto e i regolamenti dell’associazione, arrechino danno alla stessa  moralmente o materialmente, o per comportamenti incivili nei confronti degli altri soci e, comunque, in generale per comportamenti contrari ad ogni forma di convivenza civile e sociale. In ogni caso, il socio sarà personalmente responsabile dei comportamenti descritti rispondendone per i danni arrecati, sia civilmente che penalmente, nei confronti dell’associazione e di ogni altro socio.

3.7 Ogni socio ha diritto di usufruire dei servizi e dei materiali che l’associazione mette a disposizione, nel rispetto del presente statuto e dei regolamenti dell’associazione stessa.

 3.8 L’assemblea dei soci è convocata dal CONSIGLIO DIRETTIVO tramite avviso WEB 10 gg, naturali consecutivi, prima dell’evento stesso. Nell’avviso di convocazione saranno indicati l’ora, il luogo di svolgimento e gli argomenti posti all’ordine del giorno.

3.9 L’assemblea per essere valida deve essere approvata dalla metà + 1 degli iscritti all’associazione presenti durante la seduta.

3.10 È prevista un’assemblea ordinaria annuale in cui verranno eletti o riconfermati i componenti del CONSIGLIO DIRETTIVO, contestualmente si darà informazione: sulle attività svolte durante l’anno trascorso, sul relativo bilancio a consuntivo, sugli obiettivi annuali e sul bilancio preventivo dell’associazione per l’anno a venire.

3.11 Le assemblee straordinarie seguiranno la stessa modalità di convocazione dell’Art.3.8

3.12 Ogni socio ha diritto d’intervento all’interno dell’assemblea e può parlare anche per altri soci se munito di regolare delega scritta e firmata dal delegante.

3.13 L’assemblea elegge il CONSIGLIO DIRETTIVO annualmente e delibera su ogni decisione.

3.14 Il CONSIGLIO DIRETTIVO  è composto da massimo otto persone, ma  può dare incarichi o responsabilità anche ad altri soci secondo le loro capacità e specialità particolari. 

3.15 Il CONSIGLIO DIRETTIVO ha pieni poteri decisionali, stabilisce l’ammissibilità dei soci, la quota sociale, le attività da svolgere durante l’anno, le iniziative progettuali, approva il bilancio preventivo e la rendicontazione annuale da presentare all’assemblea dei soci.

3.16 Il CONSIGLIO DIRETTIVO si riserva di  nominare un collegio dei revisori dei conti qualora lo ritenga necessario.

3.17 Ogni richiesta o rappresentanza di fronte ad ogni qualsiasi autorità amministrativa o giudiziaria sarà esercitata con firma del presidente dell’associazione che è anche il legale rappresentante.

3.18 I  membri del CONSIGLIO DIRETTIVO, hanno tutti pari poteri, diritti e dignità. Sono liberi di esprimere le loro opinioni in tutta libertà con intento costruttivo. Ogni decisione collegiale verrà presa a maggioranza dei partecipanti alle sedute, di quanto deliberato verrà redatto verbale e data informazione agli assenti tramite e-mail. Le deliberazioni si considerano approvate definitivamente dopo 48 ore dalla stesura.

3.19 Gli otto membri soci fondatori costituiscono il CONSIGLIO DIRETTIVO, nella fase di costituzione dell’associazione e sono anche ADMIN (amministratori del WEB e del Cartaceo), tra loro sono individuati: - Il Presidente – Il Segretario –  Il Tesoriere e cinque Consiglieri con possibilità di ampliamento.

3.20 Il compito del Segretario è quello di verbalizzare le sedute,  il compito del Tesoriere è quello di tenere il libro della contabilità e la cassa.

3.21 I  compiti tra gli otto ADMIN sono così ripartiti: Un coordinatore redattore capo, al quale spetta il ruolo di porre in essere il lavoro per le pubblicazioni cartacee;  un coordinatore  che curi le pubbliche relazioni con giornali, TV, enti e altro che gestisca il sito internet e collabori fattivamente con il coordinatore redattore capo; due tracciatori di percorsi naturalistici, che cureranno i tracciati con cartine, rilevazioni ed informazioni tecniche; un ricercatore storico/culturale che curi particolarmente le informazioni su siti, luoghi, tracciati ecc…; un gestore principale della pagina FACEBOOK (FB), con il compito di tenere vivi i rapporti con gli amici, curare e organizzare la pagina stessa; due collaboratori curatori della pagina FB e del sito con compiti di coadiuvare il coordinatore principale e valutare le fotografie che pervengono dagli amici al fine di farne uso per le pubblicazioni, le mostre ecc.

3.22 Il compito assunto da ogni singolo è compatibile con la carica assunta nel Consiglio Direttivo.

3.23 Ogni singolo ADMIN una volta assunto il ruolo da svolgere, dovrà collaborare fattivamente con gli altri chiedendo consigli e pareri quando lo ritiene opportuno, ma avrà facoltà di  decidere autonomamente all’interno del compito a lui assegnato.

3.24 Se dal lavoro divulgativo dell’associazione dovessero entrare dei proventi in danaro o in altra natura a titolo anche solo di donazione, gli stessi saranno destinati all’organizzazione di mostre, promozioni e beneficenza relativamente a quanto previsto dall’articolo 2.

 

Articolo 4 - Modalità diverse

4.1 I soci dell’associazione hanno pari diritti e pari dignità, se inviano del materiale agli ADMIN  vedranno il loro lavoro sempre pubblicato sulla pagina FB (purché inerente al Casentino) e ogni qualvolta se ne presenti l’occasione anche sul cartaceo.

4.2 Chiunque presta la sua opera per l’associazione lo fa a titolo gratuito, e non può avanzare richieste di compensi di alcuna natura.

4.3   Le somme versate all’associazione come quota sociale servono per coprire le spese correnti dell’associazione e non sono rimborsabili in nessun caso.

4.4 La tessera sociale è unica, personale e non cedibile a terzi, in caso di smarrimento o deterioramento l’interessato potrà farne richiesta di duplicato sostenendo solo il costo delle spese di duplicazione.

 

Articolo 5 -  Scioglimento dell'Associazione

In caso di scioglimento dell'Associazione per qualunque causa, i beni che residueranno, dopo l'esaurimento della liquidazione, saranno devoluti ad altra associazione avente scopi analoghi ed affini a quelli indicati all’articolo 2.1

Articolo 6 - Esercizio finanziario

L'esercizio finanziario inizia con il 1° Gennaio e si chiude con il 31 Dicembre di ogni anno, entro il successivo 31 Gennaio dovrà essere predisposto il bilancio consuntivo, completo di rendiconto economico e di previsione sia finanziaria che organizzativa del successivo esercizio finanziario.

Articolo 7 - Disposizioni Generali

Per quanto non previsto dal presente statuto, valgono le disposizioni dei regolamenti interni all’associazione, del Codice Civile e delle altre leggi vigenti.

 

                                                            Fatto in Bibbiena il 9 gennaio 2012

 

 

 

 

Realizzazione siti web ActiveSite.it Cookies