Sei Qui: Home > Il Casentino > La via Romea

Via Romea dell’Alpe di Serra

Via Romea dell'Alpe di SerraIl nostro territorio è sempre stato percorso da vie, sia militari che commerciali, che superavano l’Appennino per raggiungere la Romagna ed il nord Europa.

Una delle vie più antiche, usata per secoli dai pellegrini dell’Europa del nord per raggiungere Roma è stata la Via Romea De Stade. Il percorso è descritto negli Annales Stadenses (circa nel 1250), per il tratto in Casentino, è scritto che…dopo Arezzo, a 6 leghe c’è Subbiano, poi a 8 leghe Campi e, a 15 leghe, Bagno di Romagna.

In dettaglio, arrivati al Corsalone, la via risaliva lungo il torrente fino all’importante snodo di Campi, dove si incrociava con l’altra via che veniva da Firenze e proseguiva per la Verna e la Valtiberina. Da Campi si saliva a Banzena, Giona, Pezza, poi Buterone e Rimbocchi (allora chiamata Ponte per Aiole), da qui si poteva procedere per Aiole, o per Biforco, fino a Serra e il valico (Passo Serra).

Lungo il percorso si trovavano vari Hospitali, luoghi di sosta e aiuto ai pellegrini, come a “Spedaletto”( nord di Subbiano), forse a Campi, a Pezza, al Buterone, e ad Aiole.

Ogni angolo della nostra valle racconta storie di tempi remoti, di castelli e signori, di eremi e spiritualità, nonché di transito di uomini di ogni luogo, che tanti secoli fa, camminando su questi sentieri, alzando lo sguardo hanno visto gli stessi nostri orizzonti montani, gli stessi torrenti in cui anche loro si saranno dissetati e, come oggi, avranno ricevuto la stessa sensazione di benessere e pace.

Realizzazione siti web ActiveSite.it Cookies